Semi di carruba

In un lontano passato, i commercianti di pietre preziose, alla ricerca di un modo pratico per misurarne il peso, ricorrevano ai semi di carruba. Avevano infatti verificato che questi presentavano un peso pressoché costante, attorno a 0,197 grammi. Da qui deriva il nome carato: il seme infatti era chiamato “keration” dai greci e “kharrub” dagli arabi (termini tuttora in uso).
Nel 1907 il carato fu poi definito universalmente con peso pari ad un quinto di grammo.

Copyright immagine: wikimedia

0/5 (0 Recensioni)